Pittura

assuntaTre perle preziose brillano di prima grandezza tra le opere pittoriche contenute in basilica.
Tiziano illuminò d'eterno il luminoso presbiterio quando, sull'altare consacrato il 13 febbraio 1469, il 19 maggio 1518, due anni dopo l'inizio dell'opera commissionatagli dal superiore del convento, Fra Germano da Casale, collocò la grandiosa pala dell'Assunta, che il Canova definiva "il più bel quadro del mondo".

Lo stesso Tiziano dipinse tra il 1519 ed il 1526 la Madonna di Ca' Pesaro definita "...uno dei capolavori dell'arte tizianesca", "...una delle pietre miliari nel cammino della pittura veneziana", "...un miracolo della pittura" per la genialità della prospettiva, lo splendore del colore, la perfezione del disegno e la potenza espressiva dei ritratti.

La terza perla si può gustare nella sagrestia della basilica. Nella bellissima cornice lignea, intarsiata da Jacopo da Faenza, lo sguardo è attratto dall'incantevole trittico di Giovanni Belliniposto sull'altare. È firmato e datato Joannes Bellinus F. 1488. Una Madonna con il bambino e, nei due scomparti laterali, quattro santi. Due bellissimi e riccioluti angioletti sembrano allietare la composizione pittorica con i loro strumenti musicali. Una maternità definita "...l'opera piu' dolce che sia stata fatta per gli altari".

foto03-23-800-600-80-rd-255-255-255Rimanendo nella sagrestia si può ammirare una pregevole opera di Paolo Veneziano (attivo tra il 1320 ca. ed il 1362) che rappresenta San Francesco e San Elisabetta d'Ungheria che presentano alla Vergine il doge Francesco Dandolo e la dogaressa (1339). Sulla parete sinistra tele della scuola di Bonifacio de' Pitati (sec. XVI), un orologio intagliato in legno di cipresso di Francesco Pianta ed una Pietà del tizianesco Nicolò Frangipane.

Nella parete destra, dopo un lavabo di scuola lombardesca, una pregevole tavola che rappresenta Maria, madre della Misericordia (anonimo veneziano del 1400).

La basilica possiede 17 altari abbelliti da pale di artisti illustri. Spiccano, oltre le citate, il Trittico della cappella di San Marco (1474) ed il polittico della cappella Bernardo (1482) dipinti da Bartolomeo Vivarini, opere di "...forte stilizzazione e di vigorosa policromia".


Sei qui: Home Basilica La Pittura

Questo sito usa i cookies Utilizzando i servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Dettagli Visualizza l'intera informativa.

Acceto cookies da questo sito

EU Cookie Directive Plugin Information