I Frari: Basilica Minore

Oggi la comunità francescana e parrocchiale ricorda un felice avvenimento: il 1 febbraio 1926 la Basilica S.Maria Gloriosa dei Frari è stata insignita del titolo di Basilica Minore da Pio XI. Quell’anno ricorreva il 7°centenario della morte di san Francesco d’Assisi (1182-1226) e i frati minori conventuali erano da poco ritornati (nel 1922) a officiare nella Chiesa che avevano fondato (1230ca. prima costruzione, 1250 seconda costruzione, 1330 terza costruzione) e da dove erano stati cacciati con le soppressioni napoleoniche nel 1810.

Qui sotto l’estratto del testo dall’Acta Apostolicae Sedis del 1926 che eleva la Chiesa francescana con il titolo di Basilica Minore.

Haec animo repetentes, cum dilectus filius Minister provincialis hodiernus Regularis Provinciae Patavinae S. Antonii, Ordinis Fratrum Minorum Conventualium, qui in ipsa aede divino cultui inserviunt et digne ac devote ibi sacra implent officia, Nos supplicibus votis deprecatus sit, ut dictum templum S. Mariae Gloriosae ad titulum atque honorem Basilicae minoris evehere dignaremur, hasque preces cumulent atque ornent gravissima commendationis officia tam Procuratoris generalis Ordinis Minorum Conventualium, quam dilecti filii Nostri Petri S. R. E. Cardinalis La Fontaine, ex dispensatione Apostolica Patriarchae Venetiarum, Nos optatis his annuendum ultro libenterque existimavimus.

Le date dei Concerti delle Feste

Ospiti nella Basilica dei Frari  il 26 dicembre 2018 alle ore 16.00 per il concerto di Natale, il coro e l’orchestra Ars Nova diretta dal maestro Marco Paladin che eseguirà la Messa dell’incoronazione di W.A. Mozart per organo, soli, orchestra e coro. Per il concerto d’inizio anno, il 6 gennaio 2019 alle ore 16.00, i Vocal Skyline presenteranno le suggestive melodie Spiritual e i canti Gospel, diretti da Marco Toso Borella. Entrambi i concerti sono ad ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili.

La Cappella Papale della Basilica di San Francesco in Assisi in concerto ai Frari

In occasione del 500 ° anniversario dell’Assunta della Vergine di Tiziano, il Coro della Cappella della Basilica Papale di San Francesco in Assisi rende omaggio all’Assunta con un concerto corale il 6 ottobre 2018 alle 20.30 nella Basilica S. Maria Gloriosa dei Frari. “ASSUMPTA EST MARIA” è il titolo del concerto che presenterà le composizioni dei più importanti Maestri di Cappella dell’Ordine Francescano dei Frati Minori Conventuali (alcuni dei quali, come p.Giuseppe Paolucci, erano direttori del Coro della Cappella nella Basilica dei Frari a Venezia). Il francescano conventuale, p. Giuseppe Magrino, è l’attuale direttore del Coro della Cappella di Assisi. Un concerto straordinario per l’eccellente qualità del coro e per il repertorio originale proposto.

Il giorno dopo, domenica 7 ottobre, il coro della Cappella Papale della Basilica di Assisi canterà durante la Santa Messa nella Basilica dei Frari alle 12.00.

Ingresso libero/Free admission

Eugenio Becchetti, organo
Ermanno Vallini, violoncello
p. Giuseppe Magrino OFM Conv, direttore

Programma
p. Alessandro Borroni (1820 – 1896)
Adoramus te, Christe, Antifona a tre voci maschili a cappella

p. Giuseppe Paolucci (1726 – 1776)
Salve Sancte Pater, Antifona a doppio coro e b.c.

p. Francesco M. Benedetti (1683 – 1746)
Inviolata, Antifona a quattro voci e b.c.

p. Francesco M. Zuccari, (1694 – 1788)
Alma Redemptoris Mater, Antifona a quattro voci e b.c.

Anonimo del XIX sec.
Stabat Mater, Sequenza per Soli, Coro a quattro voci miste e b.c.

Laura Cannelli, soprano –  Ester Ferraro, contralto – Carlo Montanari, tenore – Michele Fumanti, basso

p. Antonio M. Musilli (1792 – 1880)
Eram quasi agnus, Responsorio a quattro voci miste a cappella
Plange quasi virgo, Responsorio a quattro voci miste a cappella
O vos omnes, Responsorio a quattro voci miste a cappella

p. Giuseppe Paolucci, (1726 – 1776)
Victimæ Paschali laudes, Sequenza per Soli, Coro a quattro voci e b.c.

Letizia Pellegrino, soprano – Giulia Maccabei, contralto – Carlo Montanari, tenore – Daniel Bastos, basso

p. Antonio M. Amone, (1768 – 1848)
Assumpta est Maria,  Offertorio a tre voci e b.c.

Maryna Oksenyuk,canto – Francesco Gioia, tenore – Daniele Bonacci, basso

p. Antonio M. Musilli, (1792 – 1880)
Tota pulchra, Antifona a tre voci maschili e b.c.

p. Sisto Reina (1623 – 1664)
Regina cælitum, Litania a quattro voci miste e b.c.

p. Alessandro Borroni (1820 – 1896)
Tota pulchra, Antifona

Visite guidate davanti all’Assunta

Il compleanno dell’Assunta di Tiziano si avvicina.
Il 19 maggio 1518, all’inaugurazione della pala, fu grande la sorpresa dei presenti per la novità artistica e spirituale realizzata dal genio di Tiziano attraverso il suo dipinto.
Un tale realismo nel rappresentare l’assunzione di Maria al cielo non si era mai visto prima d’ora.
A distanza di 5 secoli, la Basilica dei Frari propone il giorno 19 maggio, alcune visite guidate gratuite davanti alla pala dell’Assunta avvolti nella suggestiva cornice del coro ligneo per coglierne tutta la potenza espressiva e spirituale.
I posti sono limitati a 60 persone per ogni visita. Non sono ammessi i gruppi già accompagnati dalle guide.
La prenotazione avviene direttamente il giorno 19 maggio.

Mostra dedicata a P. Vincenzo Coronelli

Segnaliamo l’interessante mostra dedicata al nostro confratello francescano Vincenzo Coronelli nelle Sale Monumentali della Biblioteca Nazionale Marciana (con ingresso dal Museo Correr), Piazza San Marco a Venezia: “VINCENZO CORONELLI (1650 – 1718). L’IMMAGINE DEL MONDO – THE IMAGE OF THE WORLD – DAS BILD DER WELT”, per celebrare il terzo centenario della morte del grande veneziano.

Padre Coronelli dell’ordine dei Frati Minori Conventuali risiedette, a diverse riprese, nel Convento dei Frari a Venezia. Lo studioso. frate francescano, fu per più di vent’anni il più famoso costruttore di globi d’Europa. Tra il 1681 e il 1683 realizzò per il re di Francia Luigi XIV, una coppia di enormi globi manoscritti, celeste e terrestre, di cui pubblicò negli anni successivi una serie di riduzioni a stampa. Tornato a Venezia, Coronelli diede vita nel convento dei Frari a un laboratorio in cui venivano prodotti, con la collaborazione di confratelli, di artigiani e di operai, libri illustrati da vedute e piante, carte astronomiche e geografiche e globi di varie dimensioni. Tra il 1701 e il 1704 fu anche generale del suo ordine religioso. Gli atlanti e i globi di Coronelli ebbero una vasta clientela internazionale, e le sue competenze tecniche gli procurarono la stima di molti studiosi e l’interesse del pubblico: a Venezia, un gruppo di patrizi, riunito in una ‘Accademia degli Argonauti’, seguiva e discuteva i suoi lavori geografici e astronomici.

Mostra Vincenzo Coronelli

Medaglia d’oro al merito civile per p. Placido Cortese

È con gioia e riconoscenza che noi, frati francescani dei Frari, vi rendiamo partecipi dell’importante riconoscimento della Repubblica Italiana, la Medaglia d’oro al merito civile, conferito dal Presidente Sergio Mattarella al nostro confratello padre Placido Cortese (1907-1944), francescano conventuale, che durante la Seconda Guerra aiutò prigionieri internati nei campi di concentramento e riuscì a far fuggire molti ebrei. Venne poi barbaramente ucciso a Trieste nel 1944 ed ora è in corso il processo di canonizzazione.
Lo ricordiamo qui perché Padre Placido Cortese è legato anche alla nostra Basilica dei Frari quando soggiornò a Venezia per più di un mese dal settembre all’ottobre del 1927 dopo aver lasciato Cherso, sua terra natale. In poche parole così descriveva la Basiica dei Frari in una lettera indirizzata alla sorella (che abitava a Cherso): “La nostra Chiesa (dei Frari) è magnifica. Una purezza di linee che sorprende, un’abside divina dove campeggia l’Assunta del Tiziano, tutta la Basilica nell’assieme è un gioiello d’arte e di bellezza”. In altre lettere scritte in quel periodo a Venezia, ricorda le solenni e sempre ben curate celebrazioni a cui partecipava.

Medaglia-d-oro-al-merito-civile-per-p-placido-cortese

Calendario dei Frari 2018 celebra Tiziano

Il Calendario dei Frari 2018 vuole essere un omaggio a Tiziano Vecellio e alle 4 opere che il maestro ha realizzato per il complesso della Basilica dei Frari: l’Assunta, la Pala Pesaro, Madonna con Bambino, san Nicola e altri Santi (ora ai musei Vaticani) e la Pietà (ora alle Gallerie dell’Accademia di Venezia). 12 stupende immagini e dettagli delle opere per celebrare i 500 anni della pala dell’Assunta completata da Tiziano nel 1518.