Le celebrazioni della Settimana Santa

PROGRAMMA  DELLE CELEBRAZIONI

7 aprile Venerdì
ore 20.45 Celebrazione  penitenziale parrocchiale

9 aprile Domenica delle Palme
ore 10.10   Benedizione e distribuzione dei rami di ulivo nel sagrato della hiesa di S. Rocco Processione verso la Basilica
ore 10.30   S. Messa solenne in Basilica ed esposizione del reliquiario del Preziosissimo Sangue

10 aprile     Lunedì Santo
ore  8.00   Ufficio delle Letture e Lodi nel Coro antico ore  8.30  S. Messa
ore 18.30   S. Messa

11 aprile     Martedì Santo
ore  8.00   Ufficio delle Letture e Lodi nel Coro antico ore  8.30  S. Messa
ore 18.30   S. Messa
ore 20.30   Elevazione piritual per la Settimana Santa con il Coro “Volubilis” (Evron, Francia)

12 aprile     Mercoledì Santo
ore  8.00   Ufficio delle Letture e Lodi nel Coro antico ore  8.30  S. Messa
ore 18.30   S. Messa
ore 17.00   in Basilica Via Crucis per i bambini del Catechismo
ore 18.30   in Basilica Via Crucis per i ragazzi del Catechismo

TRIDUO PASQUALE

13 aprile     Giovedì Santo
ore  8.00   Ufficio delle Letture e Lodi nel Coro antico
ore   9.30     Cattedrale di san Marco: “Messa Crismale” presieduta dal Patriarca con tutti i sacerdoti della iocese
ore 18.30   Santa Messa “nella Cena del Signore” e adorazione eucaristica all’altare della Reposizione (in cappella Corner). La Basilica rimane aperta fino alle 22.30 per la preghiera personale

14 aprile     Venerdì Santo
ore  8.00   Ufficio delle Letture e Lodi nel Coro antico ore 15.00 Chiesa di S. Polo: Via Crucis
ore 18.30   Celebrazione liturgica della Passione del Signore
ore 21.00   Via Crucis della Collaborazione pastorale San Pantalon – Tolentini – Frari (Campo dei Frari, Campo S. Rocco, Chiovere, Tolentini, fond. Minotto, San Pantalon)

15 aprile     Sabato Santo
ore  8.00   Ufficio delle Letture e Lodi nel Coro antico
orario per le confessioni: In Basilica ore 10.00 – 12.00; 16.00 -18.30 • In S. Polo ore 10.00 ‑ 12.00
ore 22.00   VEGLIA PASQUALE

16 aprile    DOMENICA di PASQUA
Sante Messe alle ore 9.00; 10.30; 12.00; 18.30 •
Chiesa di S. Polo: ore 11.30
ore 16.00 in Basilica Concerto di Pasqua: Trio flauto, oboe e organo

17 aprile     Lunedì dell’Angelo
Sante Messe: 8.30; 18.30
Chiesa di S. Polo: ore 11.30

Segni della Passione ai Frari

Da oltre 500 anni nella Basilica dei Frari è custodita la Preziosissima reliquia del Sangue di Cristo. A donarla ai frati francescani fu Melchiorre Trevisa, generalissimo di mare, al ritorno dall’Oriente nel 1480. La reliquia era allora molta venerata a Santa Cristina di Costantinopoli. È custodita in un vaso di cristallo: c’è un po’ di balsamo che, per antica tradizione, s. Maria Maddalena raccolse dal corpo di Gesù a cui s’erano frammiste gocce del suo sangue.

La reliquia viene esposta durante la Settimana santa a partire dalla Domenica delle Palme fino a Venerdì Santo nella Sacrestia, al centro del magnifico altare (realizzato nel 1711) opera del veneziano Francesco Penso, detto Cabianca.

Il Presepe ai Frari

È una lunga tradizione quella del presepe nella Basilica dei Frari. Da decenni, nello spirito francescano, i frati della Basilica realizzano ogni anno un presepio artistico, per la gioia dei bambini, ma non solo. Si accede da Campo dei Frari, dove sorge la cappella di san Pietro (o Emiliani, dal vescovo che la volle erigere). Nell’accostarsi al portone d’ingresso si sentono già risuonare le melodie natalizie. La scena della Natività è sulla destra: Giuseppe e Maria vegliano in adorazione sul Bambino. A fianco gli immancabili asino e bue. I Re magi arrivati il 6 gennaio. E poi tutto attorno le scene di vita quotidiana: il vasaio che lavora la creta, la donna che fila la lana alla conocchia, c’è chi beve, chi accudisce le greggi, chi porta dei cesti. La fontana scorre tutto il tempo, mentre il cielo ci stupisce con il suo passare dalla notte al giorno per poi farci rivivere il temporale e la neve. “E venne ad abitare tra i suoi”: sembra proprio comunicarci questo il presepio dei Frari, con i suoi protagonisti tutti indaffarati nei lavori quotidiani, ma illuminati dalla luce che proviene dalla capanna di Betlemme.

Nuovo paliotto per l’altare del presbiterio

Il futuro paliotto per l’altare del presbiterio è in fase di progettazione: il prezioso tessuto è un generoso dono di Mara Bertoli.

I Vepri di Monteverdi

Venerdì 4 novembre alle ore 20.30 nella Basilica dei Frari il Coro Les amis de Claudio, la Camerata Monteverdi sotto la direzione di Wolfgang Erber eseguiranno i Vespri della Beata Vergine di Claudio Monteverdi. Un’altra occasione per ascoltare una delle composizioni più famose del grande maestro in vista del 450° anniversario della sua nascita (1567-2017).

concerto-4-novembre